L’UOMO CHE UCCISE DON CHISCIOTTE

Di Terry Gilliam,Gran Bretagna, Spagna, 2018,132’

Il film vede protagonista Toby (Adam Driver), un giovane regista pubblicitario cinico e disilluso che si ritrova intrappolato dalle folle illusioni di un vecchio calzolaio (Jonathan Pryce) convinto di essere il leggendario Don Chisciotte. Imbarcatosi in una folle avventura sempre più surreale Toby è costretto a confrontarsi con le tragiche conseguenze di un film che ha realizzato quando era ancora un giovane idealista: quel film da studente, adattato da Cervantes, ha cambiato per sempre i sogni e le speranze di un piccolissimo villaggio spagnolo. Saprà Toby riscattarsi e ritrovare un po’ di umanità? Riuscirà Don Chisciotte a sopravvivere alla propria follia? Il cineasta mette in campo tutto il suo cinema tra deformazioni prospettiche, l’animazione, i colori pop, proiezioni grottesche. Presente e passato diventano complementari, quasi paralleli.
“Mi sono identificato in Don Chisciotte e nel suo creatore, solo che lui credeva che la letteratura potesse migliorare l’umanità e io credo che lo possa fare il cinema“