5 GIORNI FUORI

Di A. Boden-R. Fleck USA, 101’, 2010

Craig è un adolescente in depressione con tendenze suicide. Prende la decisione di rivolgersi a un Pronto Soccorso convincendo il medico di turno di aver bisogno di aiuto. Costui lo invia al reparto psichiatrico dove, visto che l’ala riservata ai giovani è in ristrutturazione, viene messo in osservazione per 5 giorni nel reparto adulti. Ora Craig deve relazionarsi con gli altri pazienti cercando di non far sapere dove si trova ai suoi coetanei.Il tema del suicidio è facile da trattare sullo schermo quando lo si declina con le specifiche del dramma. Lo è molto meno quando ci si sposta sul terreno della commedia magari anche con qualche venatura romantica.Se poi al centro c’è anche un adolescente i problemi aumentano. Questo film, scritto dai due registi sulla base dal romanzo di Ned Vizzini li bypassa tutti mettendo in scena con grande sensibilità e con la giusta dose di umorismo un tema importante.