In un mondo migliore

-Un mondo migliore; Susanne Bier; Danimarca, Svezia; 2010; durata 113 min.

In un mondo migliore esplora la nascita delle reazioni violente nei figli adolescenti – afferma la Bier – e le difficoltà negli adulti che, con l’esempio personale, tentano di indicare la strada del comportamento civile, arrivando a porgere l’altra guancia. Il film si chiede se la nostra cultura avanzata sia il modello per un mondo migliore o se piuttosto il caos sia in agguato sotto la superficie della civilizzazione.

Il dramma viaggia veloce e s’insinua nella bellezza del paesaggio rurale danese e negli orrori del campo profughi africano. La tesi della Bier va oltre le aree geografiche più o meno evolute, le dinamiche che spingono alla violenza sono molto più simili di quanto si creda.

UN MONDO MIGLIORE

1-Chi pronuncia queste frasi e in quali scene:“…prendi la valvola della bici di un altro”
“…ti trovo sempre a fare a botte.”
“…che mondo sarebbe se tutti si comportassero così, andassero cioè in giro a dare botte”
“…non so più come fare con mio figlio.”
“…se non ci stai allora ridammi il coltello.”
“…siamo tutti assassini qui”
2-Perché diventano amici Christian ed Elias?
3-Perché, Elias, pur non condividendo le idee dell’amico, acconsente a seguirlo?
4-Quali sono, secondo te, i sentimenti che muovono i comportamenti di Christian?
5-Violenza in guerra/violenza tra Lars ed il padre di Elias. C’è un nesso fra queste due   forme di violenza?
Cosa è la violenza per te?
6-Come giudichi il comportamento del padre di Elias rispetto al personaggio di Big Man
nel corso dello svolgersi della storia?
7-Descrivi le scene del film in cui vengono utilizzate e nominate le armi?
8-Qual è la loro la loro funzione?
9-Analizza la relazione che c’è tra Christian e suo padre ed Elias con il suo? Metti in risalto le differenze?
10. Qual è la funzione simbolica dei diversi paesaggi? Descrivi o disegna un ambiente che ti ha colpito maggiormente e spiega il perché?
11. Inserisci nello schema gli aggettivi che qualificano i due ragazzi spiegando il perché della tua scelta.

ELIAS

CHRISTIAN

Codardo, coraggioso, strafottente, gentile, aggressivo, remissivo, altruista, egoista, succube, prepotente, tormentato, insofferente, mite, riflessivo, sicuro, insicuro….
12. Come è girato il film, quale tipo di montaggio viene utilizzato, quali sono i movimenti di macchina più frequenti, motiva le scelte registiche che sottendono al messaggio veicolato dal film.
13. Qual è la scena che più ti è rimasta impressa perché?
14. Il film inizia con il tema della morte Come viene affrontata da parte dei protagonisti?

FILE DA SCARICARE: UN MONDO MOGLIORE_questionario

Questa voce è stata pubblicata in CINEMA E SCUOLA 2015/2016. Contrassegna il permalink.

3 risposte a In un mondo migliore

  1. Saia ha detto:

    un mondo migliore e un film danese ambientato in Svezia di genere drammatico girato intorno al 2010,il film e molto realistico in senso di realtà e di finzione filmica,anche le inquadrature nel film erano fatte molto bene.

    La mia Trama
    Christian ritorna nella sua nazione,per via della morte della madre,nella sua scuola incontra Elias,un ragazzo tormentato da dei bulli,i ragazzi fanno amicizia quando Christian salva Elias da un pestaggio dei bulli e si vendica brutalmente con il loro capo.

    commento
    il film negli inizi e svolto in 2 storie,il padre di Elias(medico) che si trova in Africa per del volontariato.E il trasferimento di Christian dall’Inghilterra alla Danimarca.Non essendo un appassionato di film drammatici questo mi ha veramente colpito,con degli attimi di suspence,riguardante una scena che vi è una bomba sotto una macchina che e posteggiata per strada,intanto stanno passando due cicliste per la strada,con un’ottima colonna sonora si vedono le due ragazze il protagonista e la bomba che sta per scoppiare e….. non sto a raccontarvi il finale.Come voto gli do 8.Grazie di avermi ascoltato.

  2. Saia ha detto:

    mi ha colpito molto Elias,perché è un ragazzo che pensa che la violenza non risolva nulla.
    Penso che la violenza peggiori le cose,e che per risolvere una questione bisogna ricorrere ad altri rimedi per difendersi,perché se andiamo a vedere i prepotenti usano la violenza solo sui più deboli di loro,in quanto a i più forti come Christian,che anche in modo brutale si è fatto capire.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...